Usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.     Scopri di più    
Campobasso

Campobasso, capoluogo della regione Molise, è una città formata da una parte antica di origine medioevale, ricca di valori ambientali e artistici, sul pendio di un colle su cui risiede il Castello Monforte, e da una parte più moderna ed elegante originaria dell'800, che si sviluppa ai piedi del centro più antico. Il borgo medioevale, che si sviluppa ai piedi del Castello è costituito da vicoli e lunghe e tortuose scalinate, ai lati delle quali sorgono case in pietra con ameni cortiletti interni. Numerosi anche i portali delle case più antiche realizzate anch'esse in pietra locale ricche di decorazioni, stemmi di famiglie nobili ed elementi allegorici.

La città ottocentesca, denominata centro storico murattiano, si estende in piano e presenta le caratteristiche tipiche dello sviluppo urbanistico di quel periodo storico. Presenta molti spazi verdi ricche di essenze arboree rare e pregiate (sequoie, cedri del Libano, ginkgo biloba, abeti rossi, lecci, ecc.), piazze, nonché fontane e fontanelle dalla quale sgorgano tutt'ora acque fresche e pure.

Le origini di Campobasso come centro abitato sono incerte. Sull'altura che domina l'odierna città era presente un insediamento di controllo dei Sanniti, di cui ancora oggi si conservano le tracce, posto a guardia del tratturo. Lo scopo difensivo del sito è confermato dal ritrovamento, nei pressi del Castello Monforte, di resti di mura osco-sannite e dal rinvenimento di un'iscrizione osca portante il nome di “VALVENNIUS”. Tale insediamento gravitava probabilmente intorno ad un centro più importante che alcuni storici identificano con Aquilonia situato su Monte Vairano (sede attualmente dell’omonimo sito archeologico).

A pochi chilometri da Campobasso poi, in località Sepino, è presente un altro importante sito archeologico a testimoniare l'importanza che questo territorio ha avuto in epoca sannita prima e romana poi. Si tratta infatti delle antiche vestigia della Saipins sannitica e della successiva Saepinum romana di cui si conservano molto bene le ampie strade, le mura, gli archi, le porte, le terme, il foro e il suggestivo teatro. La storia del territorio di Campobasso è quindi indissolubilmente legata a quella dell'antico Sannio-Pentro e a Roma.

Oltre ad i siti archeologici, delle vicinanze, da visitare senz’altro: il Castello Monforte, i numerosi palazzi, chiese, prima fra tutte la Cattedrale della Santissima Trinità, ed il parco di Villa de Capoa, uno dei luoghi più suggestivi della città.

0 recensioni
0 voti
#

Promuovi la tua attività

Molti Partner hanno scelto Borghi&Sagre per accrescere il loro business.
Se sei interessato anche tu a promuovere la tua azienda, compila il form sottostante e sarai contattato a breve da un nostro consulente commerciale.

* Campi obbligatori
Dichiaro di aver letto e accettato tutti i Termini e le Condizioni del Servizio
Scarica l'App di Borghi&Sagre