Usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.     Scopri di più    
Gambatesa (CB)

E’ certo che nei tempi addietro esistevano, nell'attuale territorio comunale, degli agglomerati abitativi, alcuni risalenti all'epoca dei Romani, testimoniati dal ritrovamento di monete, sepolture e resti di mura d'età romana, nonché ruderi e notizie di fonte ecclesiastica riguardanti i borghi: Chiusano, Salandra e Vipera.

Tuttavia l'indagine storica prende avvio finora dal periodo in cui il paese assunse il nome di Gambatesa, ovvero nel sec. XIII, con Riccardo da Gambatesa o di Gambatesa, uomo di fiducia della corte angioina di Napoli e di quella papale di Roma che ottenne da Roberto d'Angiò, re di Napoli, non pochi titoli e feudi.

Da visitare il Castello, posto sull'altura del colle Serrone, al centro del quartiere storico. È ben visibile l'originaria struttura medioevale di forma quadrata con la merlatura guelfa sul lato Sud-Ovest e le torri angolari, mentre sono di stile rinascimentale il portale bugnato, le finestre e la loggetta con tre archi a tutto sesto che si aprono sulla facciata Nord- Ovest, aggiunta nel XV-XVI secolo. Di notevole interesse anche la chiesa di S. Nicola e la cappella-santuario di Maria Santissima della Vittoria, situata nelle vicinanze del tratturo Castel di Sangro-Lucera.

0 recensioni
0 voti
#

Promuovi la tua attività

Molti Partner hanno scelto Borghi&Sagre per accrescere il loro business.
Se sei interessato anche tu a promuovere la tua azienda, compila il form sottostante e sarai contattato a breve da un nostro consulente commerciale.

* Campi obbligatori
Dichiaro di aver letto e accettato tutti i Termini e le Condizioni del Servizio
Scarica l'App di Borghi&Sagre