ISCRIVITI
Resta aggiornato su tutti gli eventi
Usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.     Scopri di più    
Il rito dei serpari
Edizione 2016
Cocullo (AQ)
Narra la leggenda, che San Domenico intorno all’anno 1000, dimorò anche nella valle Peligna, periodo in cui risalgono i suoi miracoli come taumaturgo. Cocullo, rammenta in questo giorno il Santo che li guariva dal veleno delle vipere e di altri animali rabbiosi con un rito antico diffuso nella Marsica e nella Valle Peligna: l’offerta dei serpenti come rituale propiziatorio alla Dea Angizia. Tra canti devozionali si snoda la processione, tra le strette vie del paese, con il santo miracoloso cinto dai rettili. La festa è scandita da momenti precisi: la raccolta della terra dietro l’altare per benedire i campi, la campanella tirata con i denti per evitare i dolori, e i ciambellati, pani sacri donati al Santo. Protagonisti della festa sono infine i “serpari” una sorta di figura sacra, che conosceva i segreti per catturare i serpenti evitandone i morsi velenosi.

Info 0864.49572 pro loco

ATTENZIONE
Prima di metterti in viaggio contatta l’organizzatore della sagra e assicurati che l’evento in programma sia confermato!

Oltre al piacere della carta, acquistare in edicola la nostra guida vi permetterà di poter usufruire di un servizio in più. Accanto al nome del borgo o della sagra che avrete scelto di visitare troverete un QR-Code, il sistema che vi permetterà di raggiungere senza difficoltà la vostra destinazione. Per leggere questi codici potete scaricare l'app gratuita da Google Play o App Store o servirvi di una qualunque App in grado di leggere un Quick Response Code.

Che abbiate un telefono Android o iOS, basterà inquadrare con la fotocamera il codice d'interesse ed immediatamente lo smartphone si collegherà a Google Maps, impostando già le coordinate precise per raggiungere la vostra meta.

#

Cocullo (AQ)

A 900 metri di altitudine sulla dorsale appenninica, al confine fra Marsica e Valle Peligna, costruito su una collina degradante, Cocullo ricorda un antico insediamento fortificato, che potrebbe risalire al VI o IV secolo a.C.. A sud del paese, infatti, sono affiorati da scavi mura di ville romane e bronzetti che potrebbero testimoniare l’esistenza di un tempio pagano, oltre che tombe preromane nella località Casale, dove probabilmente sorgeva l'insediamento ricordato gia dal geografo Strabone (...
Resta aggiornato su tutti gli eventi
Iscriviti gratis alla newsletter
0 recensioni
0 voti
#

Promuovi la tua attività

Molti Partner hanno scelto Borghi&Sagre per accrescere il loro business.
Se sei interessato anche tu a promuovere la tua azienda, compila il form sottostante e sarai contattato a breve da un nostro consulente commerciale.

* Campi obbligatori
Dichiaro di aver letto e accettato tutti i Termini e le Condizioni del Servizio
Scarica l'App di Borghi&Sagre